• Stefano Rosignoli

Cosa c’è da sapere sugli infissi in PVC e perché sceglierli.

Continuiamo la nostra rubrica sui materiali di costruzione degli infissi e, dopo l’alluminio a taglio termico, oggi è la volta del polivinilcloruro, più comunemente conosciuto come PVC.


Molte sono le domande e le informazioni richieste dai nostri clienti quando devono capire se scegliere il PVC come materiale per i propri infissi o no. Vediamo di rispondere alle più frequenti.


  1. Il PVC effetto legno

  2. Come si puliscono gli infissi in PVC

  3. Come si installano gli infissi in PVC

  4. PVC con o senza saldatura?

  5. Le nostre proposte per gli infissi in PVC


Il PVC effetto legno


Molte persone riconoscono effettivamente i vantaggi del PVC ma sono affezionate all’estetica elegante del legno. Il problema è presto risolto. Il moderno infisso in PVC infatti può essere lavorato esternamente a ricreare in maniera realistica il colore e le venature del legno.


Le modalità principali per ricreare l’effetto legno sul PVC sono due:

  1. Tramite l’utilizzo di un pellicolato adesivo applicato sull’infisso dalla casa madre. Questo tipo di soluzione ti permette di avere un’ampia varietà di tonalità e di scelta fra i vari effetti legno;

  2. Tramite l’utilizzo della cosiddetta “goffratura”, cioè un’operazione che permette di imprimere sulla superficie del PVC una decorazione in rilievo che crea un gioco di luci e ombre del tutto simile alle venature del legno e ha dalla sua una grande resistenza al tempo e agli agenti atmosferici.

Esempio di goffratura PVC effetto legno
Esempio di goffratura su PVC effetto legno

Inoltre, infissi di qualità come ad esempio quelli di Finstral, uniscono alla goffratura il decoro effetto legno termosaldato, fissato in modo durevole e definitivo sul profilo. L’intero telaio viene colorato in massa in una tonalità molto simile a quella della superficie, dando un effetto di omogeneità anche quando la finestra è aperta.


Bello come il legno, ma molto più resistente e senza nessuna manutenzione!



Come si puliscono gli infissi in PVC?


Partiamo da un fatto: gli infissi in PVC sono i più facili da pulire e quelli che richiedono meno manutenzione. L’assenza di striature e di micropori impedisce alle particelle di polvere di depositarsi sulla superficie, che quindi è più semplice da pulire e attira meno lo sporco.


Inoltre, quando acquisti i tuoi infissi in PVC puoi richiedere un apposito kit di pulizia, essenziale per mantenerli sempre lucenti e funzionanti.

Se non hai un kit a disposizione, devi sapere che pulire un infisso significa sostanzialmente prendersi cura delle sue parti più importanti, che sono le cerniere, le guarnizioni e le superfici.

  • Per la pulizia delle guarnizioni può bastare un po’ di acqua tiepida e sapone di marsiglia, ma ci sono in commercio anche dei prodotti appositi che servono a rendere più morbida la gomma e a conservarne le proprietà, evitando il loro congelamento o il fastidioso effetto “incollatura” contro il profilo dell’infisso.

  • Per cerniere e raccordi potrai utilizzare un semplice olio lubrificante, più o meno specifico per infissi, che prevenga la ruggine e il processo di deterioramento dei metalli dato dallo sfregamento.

  • Per le superfici ci sono dei prodotti molto specifici in commercio, da utilizzare in abbinamento a un panno morbido in microfibra. In assenza di questi puoi utilizzare un prodotto per superfici domestico, anche se sarà un po’ meno efficace. L’unica cosa alla quale dovrai fare attenzione è che il prodotto non abbia solventi e non lasci aloni.


Come si installano gli infissi in PVC?


Questa è forse l’unica domanda a cui non ce la sentiamo di rispondere.

L’installazione, cioè la cosiddetta “posa”, è un’operazione molto delicata, dalla quale deriva gran parte dell'efficienza e della funzionalità di un infisso e non può essere effettuata in maniera "casalinga".


Indifferentemente dalla qualità dell’infisso che avete comprato, una cattiva posa può pregiudicare l’efficienza di isolamento termoacustico, la durata garantita dell’infisso e la prevenzione della formazione della fastidiosa condensa.

R&S Infissi ha sempre ha disposizione una squadra interna con patente da posatore/installatore e Certificazione europea PosaClima (livello senior EQF3 e EQF4). PosaClima è un sistema avanzatissimo che prevede controtelai specifici, modalità di sigillatura elastiche e durevoli, con materiali e prestazioni del giunto di posa garantiti.

Perciò se hai bisogno di montare un infisso non rischiare, contattaci!


PVC con o senza saldatura?


La risposta a questa domanda è da ricercare sostanzialmente nel tuo gusto estetico. Innanzitutto, non esistono infissi in PVC senza saldature, ma esistono saldature a vista e saldature a “scomparsa”, cioè meno visibili:

  • La saldatura V-perfect, ad esempio, è un tipo di saldatura laser innovativo che permette di eliminare dall’angolo dell’infisso il cordolo e di compensare le tolleranze dei profili;

  • Nella saldatura di tipo tradizionale invece la traccia è lasciata ben in evidenza e va a far parte del design dell'infisso.

L'unica cosa che possiamo dire è che fra le due, la saldatura di tipo tradizionale garantisce una stabilità migliore all'infisso, per il solo motivo che abbiamo dati a supporto che lo dimostrano in quanto rappresenta una tecnica già testata da molti anni. Per le saldature laser, che appartengono a una tecnologia relativamente recente, non possiamo dirlo con la stessa certezza.


Le nostre proposte per gli infissi in PVC? FIN-Window di Finstral


Se è il PVC il materiale che hai scelto per i vostri infissi e la qualità e la durevolezza sono le caratteristiche principali che pretendete, il nostro consiglio è sicuramente votato a Finstral e al suo sistema FIN-Window, con ben 21 modelli tra cui scegliere. Oltre a una vasta gamma di colorazioni e di linee, dalle più classiche alle più moderne, FIN-Window monta profili più sottili, un vetro più efficace dal punto di vista dell’isolamento termoacustico, quattro punti di chiusura come dotazione di serie e la guarnizione mediana.


Per quanto riguarda l’effetto legno, come abbiamo accennato sopra, dal 1984 le superfici goffrate e satinate sono il marchio distintivo di Finstral, che risultano più belle e resistenti ai graffi, accumulano meno polvere e sono più facili da pulire.


Se invece non ti piace la goffratura, la soluzione è il bianco extraliscio, una superficie lavorata dalla quale vengono totalmente eliminati i micropori grazie a un particolare procedimento di compattazione durante l’estrusione, per tenere lontana la polvere e facilitare le operazioni di pulizia.


Passando nel nostro showroom a Bastia Umbra, troverai esposto, fra gli altri il modello, FIN-Window con anta unica Nova Line, con vetro portante, e il modello con anta Nova Line twin, con il pratico oscurante incorporato!



FIN-Window con anta unica Nova Line - RS Infissi
FIN-Window con anta unica Nova Line

147 visualizzazioni0 commenti