• Stefano Rosignoli

Infissi in legno. Le domande più frequenti

Aggiornamento: 14 dic 2021

Dopo l'alluminio a taglio termico e il PVC, è giunto il momento di parlare del legno, un altro tra i materiali più utilizzati per la produzione degli infissi, sicuramente il più antico e con una lunga tradizione alle spalle.


Molte sono le domande e le informazioni richieste dai nostri clienti quando devono capire se scegliere il PVC come materiale per i propri infissi o no. Vediamo di rispondere alle più frequenti.


  1. Quanto costano gli infissi in legno?

  2. Quanto durano gli infissi in legno?

  3. La manutenzione degli infissi in legno

  4. Si può sfruttare qualche bonus acquistando infissi in legno?

  5. Le nostre proposte per gli infissi in legno


Quanto costano gli infissi in legno?

Come già spiegato negli articoli precedenti per gli altri materiali, anche per gli infissi in legno non esiste un prezzo standard e definito. Questo dipende da tipologia del legno, della lavorazione, dalle dimensioni dell’infisso e da molti altri fattori.


Con gli infissi in legno si possono ottenere le colorazioni più diverse e le decorazioni più raffinate e d'effetto. Ecco alcuni esempi di lavorazione:

Finestra in rovere lamellare, segato e asciato.
Finestra in legno di rovere lamellare, segato e asciato.

  • Legno spazzolato: trattamento che crea un effetto "ruvido" ed enfatizza le venature del legno;

  • Legno graffiato: trattamento che dà un aspetto antico al legno, molto interessante da abbinare in ambienti e contesti "vintage" ;

  • Legno asciato: in passato, tipica lavorazione dei costruttori di botti, ricavata asportando il primo strato di legno con un'ascia. Crea un effetto unico che esalta le caratteristiche della materia.


La gamma di prezzo che possono raggiungere gli infissi in legno è molto ampia, perciò potrai trovare nel mercato sia infissi economici che costosi. Di certo, se il prezzo non rappresenta un problema ed è tua intenzione avere il massimo in fatto di qualità, raffinatezza ed estetica, è sicuramente il legno il prodotto verso cui ti devi rivolgere. Lo stile di alcune lavorazioni può raggiungere un livello tale ormai da far rientrare a pieno diritto porte e finestre un elemento di puro design ormai.


Quanto durano gli infissi in legno?

Un altro dei luoghi comuni più frequenti riguardo il legno è quello della breve vita e della frequente manutenzione che porte e finestre debbano avere. Questo forse poteva essere vero qualche decennio fa, ma non oggi.


Oggi le finestre sono ad esempio quasi tutte in legno lamellare cioè composte da almeno tre strati di legno sottile, detti lamelle, piallati e incollati con colle fenoliche sotto pressione. Il risultato che si ottiene è una struttura solida, con grandi doti di resistenza meccanica, indeformabilità e durata nel tempo.


Se non vuoi rinunciare allo stile del legno e ti interessa un infisso altamente resistente, esistono sul mercato soluzioni in legno-alluminio che uniscono ai pregi e alle caratteristiche degli infissi in legno l’inattaccabilità agli agenti atmosferici dell’alluminio.

Finestra in legno-alluminio con legno di larice lamellare spazzolato laccato
Finestra in legno-alluminio con legno di larice lamellare spazzolato laccato

Tutto questo senza perdere in fatto di estetica: i rivestimenti di alluminio sono disponibili in moltissimi colori e finiture, come lo stesso effetto legno ad esempio, arrivando addirittura al pregiatissimo rivestimento in bronzo.


Inoltre, ti facciamo notare che il legno è un materiale molto poco impattante dal punto di vista ecologico, e quando anche ti troverai a doverlo smaltire, perché le tue porte e le tue finestre avranno terminato il ciclo di vita, non peserai minimamente sull’ambiente.


La manutenzione degli infissi in legno

Per ciò che riguarda la manutenzione, dimenticatevi pure la sessione di carteggio e verniciatura che era necessaria per i vecchi infissi in legno. Le vernici e i colori sono garantiti oggi fino a 15 anni. Vi basterà applicare il prodotto che vi viene solitamente fornito nel kit di manutenzione insieme al serramento per allungare la vita del legno e ristabilire l’originaria brillantezza delle vernici.


I kit di manutenzione contengono di solito un detergente neutro, un prodotto per ravvivare il legno e panni in microfibra appositi per questo tipo di pulizia.


Si può sfruttare qualche bonus acquistando infissi in legno?

Certamente. Le finestre in legno possono rientrare sia nel bonus casa Ristrutturazione (50%), che nell’Ecobonus 110%, proprio perché una delle migliori caratteristiche del legno è quello della bassa conducibilità termica che, abbinato a vetri mono o doppia camera dalle buone qualità protettive, permette di raggiungere valori di trasmittanza termica che rientrano a pieno nei requisiti richiesti per accedere ai bonus.


Le nostre proposte per gli infissi in legno

I nostri infissi in legno si distinguono per la loro durevolezza, con una garanzia che copre tutti i prodotti fino a 15 anni, per la qualità dei materiali e per l’innovazione nelle tecnologie. I serramenti montano infatti ferramenta antieffrazione, vetri bordo caldo selettivi e vernici ultra resistenti e garantite.


La varietà dei nostri prodotti è ampissima e spazia tra i serramenti in legno a quelli in legno alluminio, fino ad arrivare alle alternative più tecnologiche e innovative, come la linea a elevato isolamento termico chiamata Termoscudo, con profili rinforzati dall’inserimento di elementi di polistirene estruso (XPS).


Nel nostro showroom a Bastia Umbra (PG) potrai trovare esposti molti dei migliori infissi in legno presenti sul mercato. Se hai bisogno di approfondimento o informazioni puoi mandarci un messaggio su Whatsapp


71 visualizzazioni0 commenti